MENU

Casa SR7

CITTÀ: Foggia, Italia
COMMITTENTE: Privato
DESTINAZIONE D’USO: Abitazione
ANNO: 2015

PROGETTISTI
PhD Cesare Corfone |
dottore di ricerca in architettura e urbanistica e master in progettazione urbana
architetto Luciana De Girolamo | specialista in restauro e master in architettura naturale
architetto Raffaele Vitale | specialista in tecnologia edilizia e master di architettura sostenibile
architetto Flora La Cava | pianificatrice del territorio e dell’ambiente
architetto Mario Danilo Carella | architetto, tecnologo e specialista antincendio
architetto Marco Vincenzo Manduzio | specialista in progettazione e master in architettura avanzata

STAFF TECNICO
PhD Cesare Corfone |
Direttore dei lavori e Coordinatore per la Sicurezza
architetto Raffaele Vitale |Direttore operativo di cantiere

IMPRESE ESECUTRICI
DLG COSTRUZIONI |
Impresa esecutrice opere edili
GIOIAEL SRL | Impresa esecutrice di impianti elettrici
FISCARELLI | Impresa esecutrice di impianti idrici
DE GUGLIELMO SRL | Impresa esecutrice degli infissi e cucina
CAVALLONE SRL KELUCE | Impresa fornitrice dei sistemi di illuminazione
CERAMICHE DE MATTEIS SRL | Impresa fornitrice di pavimenti e finiture
H3O PITTURAZIONI | Cartongessi e decorazioni

Casa SR7 è la residenza di una giovane ed eclettica famiglia di medici, situata in un pregiato piano attico di Piazza Cavour a Foggia, sede della storica Fontana del Sele. La nuova composizione degli ambienti interni ha ribaltato l’impianto distributivo originario, rivolgendo l’intera zona giorno della casa verso le ore più dolci del sole pomeridiano. Si vuole generare un’architettura definita sia da prospettive interne alla casa che da scorci visuali verso la città, la fontana e la piazza. Una grande parete funge da divisorio tra zona notte e zona giorno nonché da quinta scenica all’ingresso della casa ed accompagna gli utenti verso l’area living, dove il nucleo familiare svolgerà le attività diurne in continuità con l’elegante terrazza. Nella parete d’ingresso vi è incastonata una piccola libreria a cui fa da contraltare una scultura muraria il calorifero e la pilastratura. L’open-space living si apre a due grandi elementi funzionali: la cucina a giorno l’una e la parete multimediale l’altra, connesse ed accompagnate da un controsoffitto tecnologico, articolato in superfici sfaccettate e plissettate.

_sr7 foto real03 00
_sr7 foto real03 01
_sr7 foto real03 02
_sr7 foto real03 03
_sr7 foto real03 04
_sr7 foto real03 05
_sr7 foto real03 06
_sr7 foto real03 07
_sr7 foto real03 08
_sr7 foto real03 09
_sr7 foto real03 10
_sr7 foto real03 11
_sr7 foto real03 12
_sr7 foto real03 13
_sr7 foto real03 14
_sr7 foto real03 15
REALIZZAZIONEPROGETTO