MENU
Fiera Milano-Rho, 2003
Massimiliano Fuksas
Concepita come una delle sedi espositive più grandi d’Europa, la struttura è anche un luogo d’incontro e scambio, dove trovano posto otto padiglioni, un edificio con quattro torri destinato a Centro direzionale servizi, sale congressi, locali, bar, ristoranti e magazzini. Il gigantesco sistema è caratterizzato dalla grande copertura ondulata in acciaio e vetro: la vela che genera un paesaggio artificiale di crateri, onde, dune, colline è sostenuta da colonne ramificate in acciaio.
170 rhò
171 rhò




download PDF

Luna, 2011
Ruatti Studio Architetti
Concepita con una forma originale ed suddiviso in tre fasce è quasi una scultura, incastonata nel perimetro del lotto: al piano terra spazi commerciali e gallerie d’arte, al primo piano un bar-ristorante e ai piani superiori atelier e laboratori. Il lotto costituisce una sorta di cerniera fra il recente tessuto residenziale e quello industriale del passato ed effettivamente il nuovo edificio mette in relazione vecchio e nuovo, sia a livello volumetrico sia a livello funzionale.


download PDF

CityLife Milano, 2012
Zaha Hadid Architects
La particolarità della Torre Hadid è il suo sviluppo verticale con un dinamico movimento di torsione. La Torre ad uffici si fonda sui concetti di movimento e dinamismo, risultanti da una torsione dell’edificio stesso, con l’obiettivo di valorizzare la percezione e le viste che offre rispetto agli assi urbani. L’edificio presenta un piano tipo con un nucleo distributivo centrale e gli uffici sulla corona perimetrale, così da offrire una vista a 360 gradi sulla città.







download PDF

CityLife Milano, 2012
Daniel Libeskind
Un arcipelago residenziale concepito per rispondere al meglio alle esigenze abitative contemporanee. L’alternanza dei materiali di facciata e l’andamento verticale degli allineamenti conferisce agli edifici un’immagine scultorea. Un sistema di balconi che genera spazi esterni di diversa profondità per ciascun appartamento. Ogni appartamento è unico e irripetibile ed è progettato per fruire al massimo il panorama.



download PDF

Centro congressi Fiera Milano, 2012
Mario Bellini Architects
Definita “cometa” per la brillantezza del rivestimento argenteo, la copertura del polo congressuale introduce nello skyline un elemento paesaggistico che rievoca le cime dell’arco alpino retrostante e copre, come un lenzuolo, i fabbricati in cemento del polo fieristico. Le scandole di alluminio riflettono la luce sia durante il giorno che di notte, facendo del Centro Congressi di Milano un meccanismo tecnologico scintillante all’interno del tessuto urbano dell’area di CityLife.


download PDF